Google+ Badge

venerdì 7 luglio 2017

Vorrei essere ricordata



Scappò il tempo per cent'anni
e non bastò a finire un giorno
non so se vorrei essere ricordata
per altro che per la mia attesa di te
ti attendo come un albero le foglie a primavera
in mezzo al tempo della tua eternità
in mezzo agli anni del tuo secolo
in mezzo ai mesi dei tuoi anni
in mezzo alle ore dei tuoi giorni
in mezzo ai minuti delle tue ore
Porrò l'attesa sui pattini del tempo
e del non tempo
ti correrà veloce incontro
e lenta
ti sorpasserà
ti doppierà
come la punta di un faro lunare
la mia navefantasia
Non so se vorrei essere ricordata
per altro che per il mio nome,
tu l'hai pronunciato
assaporando il mio sesso nello sguardo
della tua labirintica immaginazione
tra il fuggi fuggi di parole eunuche


Si, io oso
voglio essere ricordata per la mia superbia